La befana vien di notte con le scarpe tutte rotte, con le toppe alla sottana, Viva viva la Befana!…recitava una filastrocca che cantava sempre la mia adorata nonnina da piccola. Ed eccola quà la Befana stanotte è passata anche per noi. Da quando è nato Leo che mi diverto a “fargli la befana” come si dice da queste parti: è qualcosa di troppo divertente. Come anche faranno molte di voi, prendo le calze vuote e le riempio con una marea di dolciumi. Quest’anno ho voluto prendere a Leonardo anche la calza del trenino Thomas, va letteralmente matto per questo personaggio

La cosa divertente è che la sera prima ci siamo preparati con un piattino con dentro un mandarino, un bicchiere di vino e dei biscotti che abbiamo appoggiato su un vassoio e lasciato sulla cucina…purtroppo non ho il camino (sigh!) altrimenti avrei messo il vassoio lì dentro. La mattina del 6 gennaio, si è svegliato e l’ho portato in cucina per vedere cosa ci aveva lasciato la befanina, e…stupore! Credo che non cia sia nulla di più bello che vedere la meraviglia negli occhi del proprio piccolo. Più che le calze guardava interessato le bucce di mandarino rimaste e le briciole lasciate nel piatto dalla Befana!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *